Damian Lillard incanta l’All Star Game 2024: doppio trionfo e MVP a Indianapolis

Damian Lillard incanta l’All Star Game 2024: doppio trionfo e MVP a Indianapolis
Lillard (Instagram)

L’All Star Game 2024 si è incendiato sotto le stelle di Indianapolis, grazie a una prestazione che entrerà senza dubbio nei libri di storia del basket. I riflettori si sono tutti posati su un uomo solo, un maestro del parquet che ha incantato il pubblico con il suo talento: Damian Lillard, il nuovo gioiello dei Milwaukee Bucks! Ebbene sì, cari amici appassionati di calciomercato e pallacanestro, il playmaker ha dato una lezione magistrale nella gara di tiro da tre punti, il Three Point Contest, portandosi a casa la vittoria con una classe da vendere.

Ma questo era solo l’antipasto! La serata di gala dell’NBA ha visto Lillard alzare anche il trofeo più ambito, quello di MVP dell’All Star Game, ora intitolato a Kobe Bryant, con un bottino di 39 punti e un’incredibile performance dall’arco: 11/23. Un doppio trionfo in una sola edizione dell’ASG, un’impresa così rara che prima di lui l’aveva compiuta soltanto una leggenda, nientemeno che Michael Jordan. Sì, avete capito bene, “His Airness” nel 1988 fece suo il titolo di MVP dell’All Star Game aggiungendoci, per non farsi mancare nulla, anche quello dello Slam Dunk Contest, la mitica gara delle schiacciate.

Il pubblico di Indianapolis, seppur leggermente deluso per non aver visto trionfare il beniamino di casa, Tyrese Haliburton, e avendo accompagnato la premiazione del fuoriclasse dei Bucks con qualche fischio, non ha potuto fare a meno di apprezzare la maestria balistica del giocatore.

Lillard scrive il suo nome nella storia Nba

Se è vero che in difesa si è giocato con il freno a mano tirato, Lillard ha stregato tutti con il suo tocco magico, tanto da strappare applausi persino agli altri All-Stars, i quali non hanno potuto fare a meno di sottolineare il suo straordinario talento.

Anche Kevin Durant, una stella di prima grandezza, si è detto ammirato dalla performance di Lillard, esprimendo stupore per la sua capacità di tirare da tre con una facilità disarmante: “Io e Kawhi Leonard ci siamo guardati increduli. Tirava dalla linea dei tre come se non ci fosse domani, con una potenza e una precisione che solo una dedizione assoluta al lavoro quotidiano può garantire. È stato qualcosa di speciale assistere a una simile dimostrazione di forza e memoria muscolare”. Insomma, il weekend all’insegna del basket è stato un tributo agli atleti di più alto livello, e Lillard, con la sua doppia corona, ne è stato il protagonista indiscusso.

Quindi, cari tifosi del basket, scrivete bene questa data nel vostro calendario delle memorie sportive: l’All Star Game 2024 a Indianapolis è stato il palcoscenico di Damian Lillard, l’uomo che ha fatto la storia sotto la luce delle stelle, entrando nel pantheon dei più grandi con un doppio exploit che sarà ricordato per generazioni!