Juventus pronta a rilanciare per Samardzic: le novità della trattativa

Juventus pronta a rilanciare per Samardzic: le novità della trattativa
Samardzic

Lazar Samardzic è senza dubbio uno dei nomi che riecheggiano con insistenza nell’orbita della Juventus. Il giovane talento serbo-tedesco, attualmente in forza all’Udinese, continua a mantenere alta l’attenzione del club bianconero, che lo ha già puntato sia nell’ultima estate che durante la finestra di mercato di gennaio. Tuttavia, gli sguardi curiosi e interessati si rivolgono ora al futuro, domandandosi se la Juventus rinnoverà il tentativo di portarlo sotto la Mole a giugno.

Questa sera, una vetrina importante si apre per Samardzic, che calcherà il terreno di gioco dell’Allianz Stadium, non solo davanti ai tifosi juventini ma anche alla presenza della sua famiglia e, soprattutto, di suo padre Mladen, che tiene in mano le redini dei suoi interessi e che, per l’occasione, si trova a Torino. L’evento si configura quindi come un’opportunità non solo per il giovane calciatore di mostrare il suo valore, ma anche per la Juventus e l’entourage del giocatore di far progredire le relazioni già avviate.

Nonostante i contatti con la Juventus non abbiano mai subito una vera e propria interruzione, anche dopo la fine del rapporto tra la famiglia Samardzic e l’agente Rafaela Pimenta, la situazione è rimasta in una sorta di stallo. Tuttavia, la serata potrebbe offrire lo spunto per un aggiornamento sullo stato delle trattative, grazie anche alla buona intesa tra il capo dell’area sportiva della Juventus, Cristiano Giuntoli, il direttore sportivo Giovanni Manna, e il padre-agente di Samardzic.

Riguardo alle vicende di gennaio, i tentativi della Juventus di portare anticipatamente Samardzic a Torino si sono scontrati con ostacoli economici. In particolare, a causa dell’indice di liquidità, la proposta del club piemontese si era limitata al prestito senza obbligo di riscatto. Un’offerta simile a quella che ha permesso di ingaggiare Carlos Alcaraz poco tempo dopo. L’Udinese ha rifiutato categoricamente, decidendo di trattenere Samardzic in Friuli.

Guardando al futuro, la situazione potrebbe subire una svolta in estate. La Juventus conta molto sulla volontà di Samardzic di indossare la maglia bianconera e vorrebbe concretizzare il trasferimento alle proprie condizioni, preferibilmente tramite un prestito con opzione d’acquisto. Dall’altra parte, l’Udinese rimane ferma sulle sue richieste: o un trasferimento immediato a titolo definitivo o un prestito con obbligo di riscatto fissato ad almeno 25 milioni di euro. Ciononostante, la situazione potrebbe ancora evolversi da qui a giugno, e le sorti dell’Udinese nel campionato potrebbero giocare un ruolo chiave. Il club friulano, se dovesse retrocedere, potrebbe ritrovarsi costretto a cedere il giocatore a condizioni più vantaggiose per la Juventus.

Per ora, la dirigenza della Juventus può comunque tentare di spostare l’ago della bilancia a proprio favore, approfittando dell’incontro con Mladen Samardzic a Torino, in una serata che potrebbe segnare un ulteriore, piccolo passo verso un’intesa futura.