Kevin Hervey: gli atteggiamenti del giocatore mettono fine alla sua esperienza con la Reggiana

Kevin Hervey: gli atteggiamenti del giocatore mettono fine alla sua esperienza con la Reggiana
Kevin Hervey

Attenzione, attenzione, amanti del pallone e del mercato del calcio! La notizia bomba che sta scuotendo il mondo della palla a spicchi arriva direttamente dalla pallacanestro, dove il colpo di scena è servito: Kevin Hervey è fuori dal progetto della Unahotels Reggiana! Sì, avete letto bene, il fenomeno americano, l’ex stella della Virtus Bologna, non calcherà più il parquet con la maglia della squadra emiliana.

Il General Manager di Reggiana, il noto Claudio Coldebella, ha fatto cadere il martello della decisione definitiva: Hervey è out, e non ci sono più dubbi a riguardo. Il gigante americano, che era tornato sul palcoscenico italiano dopo un anno di stop a causa di un infortunio, non vestirà più la casacca biancorossa. E non è tutto: anche il coach Dimitris Priftis, con parole lapidarie, ha tagliato ogni speranza, dichiarando freddamente: “È finita”.

Ma andiamo con ordine: Hervey, 27 anni, si era riaffacciato nel campionato italiano con delle cifre da vero asso cestistico: 15.7 punti di media a partita, aggiungendo al bottino 5.5 rimbalzi, 1.4 recuperi e 1.5 assist in 25.6 minuti giocati. E non dimentichiamoci del suo killer instinct da oltre l’arco: un 39.9% da tre punti che avrebbe fatto tremare qualsiasi difesa avversaria.

Kevin Hervey ha finito la sua avventura a Reggio

Tuttavia, nel recente scontro con la Bertram Derthona, il paladino del canestro è stato relegato in un ruolo marginale, vedendosi assegnati soltanto 13 minuti di gioco, nei quali, purtroppo, non è riuscito a lasciare il segno sul tabellino dei punti. E qui è emerso il Priftis pensatore, quello che ha soppesato e deciso: perché tenere in campo un giocatore come Hervey se la squadra sembrava più in equilibrio quando lui era seduto?

Le voci di corridoio parlano già di atteggiamenti non proprio allineati allo spirito di squadra, un mormorio che si era già alzato ieri, quando un articolo pubblicato sul noto quotidiano Il Resto del Carlino faceva intendere che ci fossero frizioni tra il giocatore e l’ambiente. Un mistero reso ancora più fitto dagli allenamenti a porte chiuse, dove quegli atteggiamenti problematici hanno colpito tutti, ma che sembrano ora essere emersi alla luce del giorno.

E così, tra colpi di scena e decisioni drastiche, il capitolo Hervey si chiude bruscamente, lasciando la Unahotels Reggiana a rimescolare le carte in vista delle prossime battaglie sportive. Una conclusione che lascia un retrogusto amaro ai tifosi, ma che, si sa, nel mondo dello sport, specialmente in quello del mercato del calcio e della palla a spicchi, nulla è mai scontato e il prossimo colpo di scena è sempre dietro l’angolo. Sarà interessante vedere dove il vento porterà Kevin Hervey e come la Reggiana si muoverà per colmare il vuoto lasciato da un giocatore del suo calibro. Restate sintonizzati, perché il mercato non dorme mai!