Nuova offensiva del Napoli: De Laurentiis rilancia per convincere Antonio Conte

Nuova offensiva del Napoli: De Laurentiis rilancia per convincere Antonio Conte
Conte (instagram antonioconte)

In bilico tra la tensione del presente e la pianificazione del domani, il Napoli naviga in acque turbolente. La compagine partenopea si trova a dover fronteggiare momenti critici che rischiano di compromettere la stagione successiva a quella dello scudetto. È gennaio e il bisogno di una svolta è palpabile, sentendosi la necessità di agire su due fronti: gestire l’attualità e gettare le basi per il futuro immediato.

Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli, ha scelto una strategia che si biforca tra la rigida misura del ritiro e il dinamismo del mercato. La squadra si vede costretta a ritirarsi, un ritiro che potrebbe prolungarsi oltre il previsto, considerata la partenza imminente verso l’Arabia Saudita per la Supercoppa Italiana. Tuttavia, De Laurentiis non si limita a questa tradizionale tattica, essendo convinto che solo una figura come quella di Antonio Conte sia in grado di infondere nuova energia nell’ambiente napoletano.

Il giorno successivo alla sconfitta di Torino, il presidente azzurro ha rinnovato i suoi tentativi di convincere l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana.

La proposta è allettante: un contratto triennale con uno stipendio da 8 milioni di euro annui, libero arbitrio nelle scelte di mercato, incluso il periodo invernale attuale, e la nomina di un nuovo direttore sportivo, che secondo le indiscrezioni potrebbe essere Gianluca Petrachi. Non mancherebbe anche il tassello dell’assistente di fiducia, Gabriele Oriali.

Per De Laurentiis portare Conte a Napoli è l’obiettivo numero uno

De Laurentiis ha perfino avanzato la possibilità di inserire una clausola nel contratto che garantirebbe a Conte una via d’uscita agevole, senza penali, qualora la collaborazione non dovesse decollare entro giugno. Nonostante la volontà di ritornare ad allenare in Italia, Conte ha posto come condizione irremovibile l’inizio del suo incarico soltanto a fine stagione, scartando l’ipotesi di subentrare a campionato in corso.

In questo contesto, Walter Mazzarri sembra destinato a mantenere le redini del Napoli fino al termine della stagione, godendo della fiducia e della riconoscenza del presidente per aver accettato un incarico della durata di sei mesi. Nonostante le speculazioni su possibili alternative temporanee, come quella di Fabio Cannavaro, appare improbabile che De Laurentiis decida di affidarsi ad un altro tecnico per il ruolo di traghettatore.

Dunque, il futuro del Napoli si tinge di incertezza, con il club che cerca di tenere a galla le speranze e di trovare la giusta direzione in tempi di tempesta. La sfida è doppia: stabilizzare i risultati immediati e costruire una strategia solida per ripartire con vigore nel prossimo campionato, con l’ambizione di ripetere gli allori passati e ritrovare il successo che la città e i tifosi ardentemente desiderano. Secondo il Mattino l’interesse per Conte è reale, ma al momento il tecnico salentino non avrebbe ancora preso una decisione, forse perché attende di ricevere maggiori garanzie.